AttualitàRicerca

Salviamo il nostro pianeta pitturando i tetti di bianco

Global warming è questa la parola che echeggia sempre più spesso nella nostra vita quotidiana, ovvero il surriscaldamento globale che il nostro pianeta sta vivendo, e che potrebbe portare a una vera e propria estinzione di massa. L’innalzamento della temperatura è un fenomeno che si sta sempre più evolvendo, l’erosione dei ghiacciai è ormai un processo che viaggia in una sola direzione e spesso sottovalutato. Infatti, l’enorme calotta glaciale bianca finora aveva creato una sorta di pannello riflettente per la Terra, riuscendo a respingere i raggi solari e quindi a mantenere la temperatura nei limiti accettabili. Il progressivo scioglimento, invece, porta a far si che l’acqua degli oceani assorbano gran parte dei raggi solari, creando, di fatto, le condizioni necessarie per uno dei fenomeno più disastrosi di madre natura: gli uragani. Ora una ricerca condotta presso i Lawrence Berkeley Laboratory, propone una soluzione a basso costo per cercare di emulare l’azione benefica dei ghiacciai: colorare di bianco i tetti delle nostre abitazioni, simulando così una calotta glaciale in grado di respingere i del raggi del Sole. Non solo, Hashem Akbari, uno dei fisici impegnati nel progetto, ha dimostrato come mille metri quadrati di “tetto bianco” possano compensare la produzione di ben dieci tonnellate di anidride carbonica. Link per approfondimenti