AndroidApp

WhatsApp ban per chi usa app alternative come WhatsApp Plus o GB WhatsApp

Whatsapp

Usi app Android alternative a WhatsApp? Potresti essere temporaneamente bannato, almeno per ventiquattro ore. Questo è quanto comunicato da un post sul blog ufficiale della società. Il problema nasce per gli utenti Android che sono abilitati a installare client alternativi dell’app di messaggistica più utilizzata al mondo, app come GB WhatsApp o WhatsApp Plus, ad esempio; applicazioni modificate che aggiungono a WhatsApp funzioni come l’auto-risposta, nuovi temi etc. Secondo WhatsApp, utilizzare app non ufficiali mette a rischio la sicurezza del device, violando, tra l’altro, le direttive della compagnia.

Se sei stato bannato è la stessa azienda che ti suggerisce come muoverti per ripristinare le normali funzonalità: “Se hai ricevuto un messaggio che ti avvisa sul fatto che il tuo account è stato temporaneamente sospeso, significa che probabilmente stai utilizzando una release non supportata di WhatsApp. Se così dovesse essere sarà necessario installare l’app ufficiale per continuare a usare WhatsApp”. Nel post ufficiale l’azienda di spiega anche come importare le chat dalle “app moddate” alla release ufficiale dell’applicazione.