Mondo AppleRumorsWireless

AirPods 2: prezzo, specifiche e caratteristiche dei nuovi auricolari Apple

AirPods 2

Gli AirPods 2, la seconda versione degli auricolari hi-tech di casa Apple, potrebbero essere svelati il prossimo 25 marzo, in occasione dell’evento Apple che si terrà presso lo Steve Jobs Theatre nel campus di Cupertino. L’evento, come abbiamo già avuto modo di ribadire, dovrebbe essere anche l’occasione per presentare una serie di nuovi servizi digitali, tra cui un nuovo servizio di streaming TV, concorrente a Netflix, e una versione aggiornata di Apple News basato sulla recente acquisizione di Texture, l’app con oltre 200 testate, tra quotidiani, settimanali e mensili, offerte in abbonamento mensile. Texture, tra l’altro è stata sviluppata con la capacità di suggerisce altre testate correlate in base agli interessi dell’utente.

Ma cosa sappiamo sulle AirPods 2? Di seguito tutte le notizie più attendibili raccolte in Rete. La novità più evidente potrebbe riguardare l’aggiunta nelle nuance del device del colore nero e forse di altre colorazioni. Novità anche per lo chassis, che dovrebbe offrire uno speciale rivestimento antiscivolo in grado di garantire una presa più salda nell’orecchio, una caratteristica, dai commenti che si leggono sul web, attesa da molti. Nella forma, a parte questi due dettagli, le AirPods 2 presumibilmente dovrebbero essere identiche alle AirPods originali. A proposito di AirPods originali, secondo alcune stime l’anno scorso Apple ne avrebbe venduto 28 milioni di esemplari, e l’anno prima 16 milioni, numeri davvero di tutto rispetto, soprattutto considerando il loro prezzo non proprio abbordabile.

Con le nuove cuffie wireless di Apple il controllo vocale dovrebbe essere sempre attivo, non sarà quindi più necessario toccare due volte il dispositivo per attivarlo, basterà semplicemente dire “Ehi, Siri”; si tratta di una funzione che sarà quasi sicuramente presente, lo attesta il fatto che nel codice di iOS 12.2 sarebbe presente una sezione dedicata proprio alla gestione di questa funzionalità.

Le probabili novità delle AirPods 2
  • Ricarica wireless. con le AirPods 2 dovrebbe vedere la luce anche la tanto attesa e già annunciata custodia di ricarica wireless, fornita molto probabilmente insieme al caricabatterie AirPower a lunga durata.
  • Connettività Bluetooth aggiornata. Apple dovrebbe aggiornare i nuovi AirPod con un nuovo chip W2 con supporto Bluetooth 5.0 (gli attuali gli AirPod supportano il Bluetooth 4.2).
  • Prestazioni dei bassi migliorate. i ritocchi apportati al design interno degli AirPods potrebbe migliorare i bassi. La poca potenza dei bassi è un punto debole degli attuali AirPods
  • Migliore durata della batteria. gli aggiornamenti wireless del chip potrebbero apportare un miglioramento anche dal punto di vista due consumi che dovrebbe favorire la durata della batteria.
  • Migliore resistenza all’acqua. Multi rumors parlano di Apple impegnata a rendere i nuovi AirPod più resistenti all’acqua.
  • Monitoraggio della stato di salute. non è chiaro quali potrebbero essere le funzioni di monitoraggio – o quali sensori Apple potrebbe aggiungere – ma la voce è balzata fuori quando Apple brevettato – nel luglio del 2017 – sensori biometrici. Alcuni concorrenti delle AirPod integrano sensori di movimento per il monitoraggio delle prestazioni di fitness, non è quindi sbagliato pensare che Apple potrebbe dotare le sue cuffie di sensori simili.
  • Cancellazione del rumore. uno dei lati negativi degli AirPod è che il loro design permette ai suoni esterni di impattare negativamente sul suono soprattuto in ambienti rumorosi. Gli AirPod di prossima generazione potrebbero integrare elementi utili alla cancellazione del rumore.

Sul prezzo degli AirPods 2 ci sono pareri discordati, voci parlano di un aumento a $200, altri di un prezzo intorno i 160 dollari, altri di nessuna variazione rispetto gli attuali auricolari.

Preoccupazione per la larga diffusione dei dispositivi wireless

250 scienziati e ricercatori di oltre 40 Paesi hanno espresso serie preoccupazioni sugli effetti cancerogeni che potrebbero avere i moderni dispositivi wireless così largamente impiegati e tra i quali spiccano anche le cuffiette AirPods did Apple (fonte). Secondo gli esperti, prima di dare il via alla nuova era del 5G, sono necessari ulteriori studi e test. Secondo quanto riportato da diversi media, gli scienziati avrebbero firmato una petizione diretta all’Onu e all’OMS (Organizzazione mondiale della Sanità). La preoccupazione degli esperti è quella che il posizionamento degli auricolari nel condotto uditivo esponga i tessuti ad elevati livelli di radiazioni elettromagnetiche: “diversi studi scientifici hanno dimostrato come l’Emf – Electromagnetic Field – colpisca gli organismi viventi a livelli molto inferiori della maggior parte delle linee guida globali; il rischio è quello di favorire “l’aumento dei casi di cancro, incremento dei radicali liberi, danni genetici e del sistema riproduttivo, così come deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi sul benessere generale dell’uomo” scrivono gli esperti. Un argomento ostico e controverso, altri studi negano una relazione stretta tra utilizzo degli smartphone e insorgenza dei tumori.