Fotografia digitaleWeb News

Arrivano le nuove fotocamere Panasonic TZ2 e TZ3

Panasonic a marzo lancerà due nuovi modelli di fotocamera, si tratta della TZ3 e TZ2 (vedi foto); si tratta di due fotocamera che rimpiazzeranno il modello DMC-TZ1 e che Panasonic ha concepito come  ‘World Traveller’, in grado di offrire non solo uno zoom ottico 10x e una linea compatta, ma anche una serie di funzioni avanzate per chi utilizza il prodotto  nei viaggi. La novità principale rispetto alla TZ1 è l’obiettivo 28mm grandangolare LEICA DC VARIO-ELMAR. Mentre lo zoom 10x consente di scattare primi piani anche quando non ci si può avvicinare al soggetto, il grandangolo è utile nelle situazioni in cui non è possibile allontanarsi dal soggetto (per esempio in una stanza, in una strada stretta). Con TZ3 e TZ2 si possono riprendere allo stesso tempo soggetti in primo piano e paesaggi sconfinati o strutture architettoniche sullo sfondo e si può zoomare a piacere in avanti o indietro per ingrandire un soggetto lontano, o per riuscire ad inquadrare da vicino un gruppo di persone,  un grande arazzo o particolari di un museo. Panasonic ha ridisegnato le fotocamere TZ3 e TZ2 sia all’interno che all’esterno per renderle più piccole ed accattivanti. Le fotocamere, quasi tascabili, sono compagne di viaggio ideali, in grado di scattare con grandangolo 28 mm e teleobiettivo 280 mm, per affrontare brillantemente qualunque situazione fotografica si incontri viaggiando. I due nuovi modelli incorporano anche l’Intelligent Image Stabilization System (sistema intelligente di stabilizzazione dell’immagine). Questo sistema combina Mega O.I.S. (Stabilizzatore Ottico d’Immagine) e Intelligent ISO Control.  Lo stabilizzatore Mega O.I.S., compensa il tremolio della mano consentendo di scattare foto nitide e vivaci al chiuso, di notte o in caso di primi piani in modalità macro o utilizzando uno zoom molto potente, situazioni  nelle quali il tremolio della mano è spesso un problema. Tuttavia nemmeno lo  stabilizzatore Mega O.I.S. è in grado di eliminare la sfocatura dovuta al movimento del soggetto al momento dello scatto. È qui che interviene l’Intelligent ISO Control: con questo sistema il processore di immagine Venus Engine III rileva se il soggetto si sta muovendo e, se necessario, aumenta il settaggio ISO e la velocità di scatto in base alla velocità di movimento del soggetto e alle condizioni di luce. Potrai leggere maggiori dettagli fra le “Note tecniche” più avanti. I pixel effettivi sono stati portati a 7,2 Megapixel in TZ3 e 6 Megapixel in TZ2 e sono state aggiunte anche funzioni avanzate, alcune descritte in seguito. Le fotocamere sono dotate di  memoria interna di circa 27 MB e sono compatibili con le nuove SDHC Memory Card a elevata capacità. La durata della batteria è stata aumentata: TZ3 può scattare circa 270 foto con una singola ricarica e TZ2 circa 300 (standard CIPA). Rivestita in robusto acciaio inossidabile DMC-TZ3 sarà disponibile in silver, nero e blu, mentre DMC-TZ2 sarà disponibile in silver e nero.

NOTE TECNICHE
1) Obiettivo Leica DC 28mm grandangolare fino a 280 tele (zoom ottico 10x). Costituito da undici elementi in nove gruppi, inclusi una lente ED (dispersione extra-low) e tre lenti asferiche, questo obiettivo avanzato risponde agli elevati standard Leica con prestazioni ottiche eccezionali. L’obiettivo 28 mm grandangolare consente di scattare foto di gruppo in interni o di catturare paesaggi sconfinati o strutture architettoniche con ampiezza dinamica e magnifiche prospettive. Inoltre, nelle foto con risoluzione 3 Megapixel, la funzione Extra Optical Zoom utilizza la parte centrale del sensore CCD per ottenere un  ingrandimento extra, portando la capacità dello zoom a 15x (TZ3) o a 13,8x (TZ2). Combinando questa caratteristica con lo zoom digitale 4x la potenza totale di zoom arriva a 60x per la TZ3 e 55x per la TZ2.
2) Sistema intelligente di stabilizzazione dell’immagine: Mega O.I.S. ed Intelligent ISO Control. Panasonic ha utilizzato una tecnologia ottica d’avanguardia per creare lo stabilizzatore ottico d’immagine Mega O.I.S. che evita la principale causa di sfocatura dovuta al tremolio della mano. Presente in tutti i modelli Lumix fin dal 2005, lo stabilizzatore Mega O.I.S. è stato talmente apprezzato dagli utenti di tutto il mondo da diventare uno standard nelle fotocamere digitali. Nello stabilizzatore Mega O.I.S. di Panasonic, i sensori funzionano con una frequenza di 4.000 volte al secondo per rilevare accuratamente anche movimenti lievi della fotocamera dovuti ad esempio piccole oscillazioni della mano, che vengono compensati con lo spostamento di una lente correttiva all’interno dell’obiettivo. Con Mega O.I.S. non è mai stato così facile scattare bellissime foto nitide e definite con il teleobiettivo, nel caso di ritratti al chiuso, scene notturne illuminate o persino i paesaggi che si vedono dal finestrino di un treno. Il tremolio della mano è la causa principale di foto sfocate ma non è l’unica: un altro problema è la sfocatura dovuta al movimento del soggetto al momento  dello scatto. Le fotocamere Lumix che incorporano il nuovo Intelligent ISO  Control di Panasonic sono le prime al mondo a combattere la sfocatura da movimento. Questo sistema rileva l’eventuale movimento del soggetto e automaticamente aumenta il settaggio ISO, permettendo alla fotocamera di riprendere a una velocità di scatto più elevata, adatta a “congelare” il movimento. Il controllo intelligente ISO è incluso tra le modalità di scena utilizzate per riprendere i soggetti spesso in movimento, come le modalità Sport, Baby e la nuova Pet mode. Basta selezionare la modalità che meglio si adatta al soggetto e l’Intelligent ISO Control provvede alle correzioni  ottimali, rendendo facile scattare foto pulite e precise. Con il sistema intelligente di stabilizzazione dell’immagine, Mega O.I.S. che compensa il tremolio della mano e Intelligent ISO Control che previene la sfocatura dovuta al movimento, Panasonic ha fatto fare un passo avanti al concetto di stabilizzazione d’immagine e ha dotato le nuove Lumix DMC-TZ3 e DMC-TZ2 delle più avanzate contromisure antisfocatura del settore digital imaging.
3) Le fotocamere TZ3 e TZ2 sono dotate del processore d’immagine Venus Engine III di Panasonic che può registrare con un’alta sensibilità corrispondente a ISO 1.250 alla massima risoluzione. Il sistema di riduzione del rumore (= granulosità dell’immagine) è stato migliorato notevolmente, con un processo di eliminazione per gradi durante l’elaborazione dell’immagine. Per prima cosa il rumore critico viene rimosso grossolanamente e il rumore cromatico e quello di luminanza vengono separati.  Il rumore cromatico che ha un effetto maggiore sulla qualità dell’immagine, viene in un secondo momento notevolmente ridotto in modo selettivo. Grazie alla capacità di elaborazione multi-task, Venus Engine III vanta anche un eccellente tempo di risposta, con un ritardo di scatto di appena 0,006 secondi e un intervallo di scatto di appena 0,5 secondi. Questa rapida risposta permette di catturare facilmente i momenti e le espressioni più spontanee. DMC-TZ3 può effettuare 3 scatti al secondo in sequenza alla massima risoluzione. Entrambi i modelli consentono, inoltre, di effettuare scatti consecutivi illimitati fino a esaurimento della capacità di SD/SDHC Memory Card. Grazie all’efficienza del processore d’immagine Venus Engine III DMC-TZ3 e DMC-TZ2 dispongono di una batteria di lunga durata nonostante i loro display LCD ampi e luminosi. TZ3 permette di scattare circa 270 foto e TZ2 circa 300 (standard CIPA) con una singola ricarica.
4) TZ3 vanta un ampio e comodo LCD da 3”, con una risoluzione di 230.000 pixel;  TZ2 è dotata di un display LCD da 2,5” con risoluzione di 207.000 pixel. Grazie al grande schermo ad alta risoluzione, TZ3 permette la riproduzione della doppia immagine per vedere, contemporaneamente, due immagini una sopra l’altra e confrontandole. Inoltre, per rendere la riproduzione delle immagini più divertente, TZ3 offre la nuova funzione Slide Change Effect in sostituzione del monotono  avanzamento fotogramma per fotogramma. La tecnologia “pixel-mixed readout” del CCD accresce inoltre automaticamente il livello di luminosità delle immagini visualizzate in diretta sull’LCD: in questo modo vengono notevolmente facilitati gli scatti in condizioni di luce scarsa. Grazie al contributo della funzione Power LCD, che accresce la retroilluminazione del display del 40%, anche fotografare all’aperto in condizioni di luce intensa non è più un problema. La modalità High Angle (cui si può accedere in modo facile e veloce mediante un tasto dedicato) rende estremamente semplice guardare il display, persino quando si tiene la fotocamera in alto, ad esempio per scattare al di spora di un’immensa folle di gente.
5) Le fotocamere tradizionali utilizzano di solito quasi tutta l’area del CCD quando registrano un’immagine e l’angolo visuale può risultare alterato a dispetto delle intenzioni del fotografo. TZ3 e TZ2 tuttavia incorporano rispettivamente CCD da 1/2,35″ e da 1/2,33″ con un totale di 8,50 Megapixel  (TZ3) e 7,39 Megapixel (TZ2). Tali sensori CCD, più grandi di quelli presenti nelle convenzionali fotocamere da 7 e da 6 Megapixel, sono in grado di riprodurre le immagini scattate con obiettivo da 28mm a 280mm in ciascuno dei tre rapporti di aspetto (4:3, 3:2 o 16:9), così da catturare sempre immagini dinamiche ed espressive con un’ampia prospettiva.
6)  Oltre a registrare immagini in movimento nel formato standard VGA (640 x 480) a 30 fps, DMC-TZ3 e DMC-TZ2 possono anche realizzare magnifici filmati in formato VGA wide (848 x 480) a 30 fps. Questi filmati in 16:9 sono davvero impressionanti quando vengono riprodotti su televisori widescreen. Il livello di luminosità di queste immagini in movimento è inoltre accresciuto dalla tecnologia “pixel mixed readout” del CCD. Inoltre DMC-TZ3 è dotata di una funzione eccezionale che permette di  selezionare e visualizzare in formato thumbnail nove fotogrammi in sequenza di un filmato: uno strumento utile, ad esempio, quando si vuol vedere il modo in cui viene fatta ruotare una racchetta o una mazza da golf.
7) Oltre alle sue eccezionali caratteristiche di base, una serie di comode funzioni fanno di TZ3 e TZ2 i compagni di viaggio ideali. Il corpo macchina della fotocamera è stato ridotto per essere più accattivante e compatto e il copriobiettivo adesso è inserito nel corpo macchina come barriera interna automatica. TZ3 e TZ2 offrono anche la nuova funzione Clipboard che permette di  utilizzare la fotocamera per conservare e reperire informazioni utili durante un viaggio. Si possono ad esempio scattare in maniera facile e veloce foto di una mappa o di un orario ferroviario e vederle all’occorrenza.  L’ampia varietà di modi scena, incluse le nuove Pet e Sunset, rende più semplice scattare foto perfette in situazioni molto differenti. Quando viene utilizzato il “marine case” opzionale, la modalità Underwater permette scatti subacquei con impostazioni automatiche ottimali che catturano i soggetti e l’acqua che li circonda con magnifici colori naturali. Tra le altre caratteristiche si segnalano il Travel Date Setting  che, una volta programmata la data di partenza, permette di registrare e visualizzare le immagini del viaggio in ordine cronologico e il World Time Setting che consente di regolare ora e data di 74 diversi luoghi del mondo.
8)  Una funzione aggiuntiva rende più divertente la fotografia è il Direct Print mode. Basta posizionare il selettore sull’apposita modalità e connettere un cavo USB a una stampante Pictbridge-compatibile per essere pronti a stampare le foto. Girando il selettore, la modalità scelta viene indicata sul display LCD: in questo modo si possono impostare la modalità su scatto, playback o stampa diretta senza spostare gli occhi dal soggetto. Molto interessante è anche la nuova funzione Date Stamp. Oltre a visualizzare la data dello scatto dell’immagine, TZ3 e TZ2 possono mostrare in quale giorno si è catturata l’immagine. 
Non ho dubbi sul fatto che saranno senz’altro delle buone fotocamere. Tuttavia, per poter quantificare più esattamente la loro bontà, sarà necessario attendere di poter metter mani direttamente sulla macchina scattando qualche foto. Bisognerà pazientare ancora un paio di mesi. Mi impegno, comunque a comunicarvi, appena possibile, il mio giudizio. Chi vorrà, per ricordare questa mia promessa, potrà scrivermi…
Stellario Panarello (stellario@email.it)

Comment here