Scoperte scientifiche

Scienziati del New Jersey prevedono una cura per i bambini affetti da autismo

Un team di 16 scienziati del New Jersey, con a capo il Gorge Lambert, tramite un comune esame delle urina e del sangue, pensa di aver individuato il modo per rilevare i fattori di rischio biologico per l’autismo. Attualmente, l’unico modo per diagnosticare l’autismo, è dato da un’attenta valutazione clinica dei sintomi, tra i quali: difficoltà comunicative e nell’interazione sociale. Si tratta di una scoperta che potrebbe condurre presto ad un trattamento medico per l’annosa malattia. La ricerca, iniziato due anni fa, ha avuto come target lo studio degli acidi grassi, nella fattispecie si è analizzato come questi interagiscano con il corpo umano e si è scoperto che, nei bambini affetti da autismo, gli acidi grassi non vengono metabolizzati e quindi il corpo si trova privato di quel sistema in grado di combattere l’infiammazione che danneggia il cervello e altri organi. L’esame del sangue, nei soggetti affetti, dovrebbe individuare l’assenza di un gene chiave denominato GSTM1, responsabile della corretta assimilazione degli acidi grassi benefici nell’individuo. L’esame delle urine, invece, rileverebbe la presenza massica di molecole grasse rigettate dall’organismo.I ricercatori sono riusciti a generare il processo chimico in grado di generare una sorta di acido grasso “buono” in grado di essere metabolizzato dall’organismo del bambino. Tuttavia gli scienziati tengono a precisare di guardare con prudenza a quanto scoperto, “non possiamo assicurare alle famiglie una cura miracolosa, il test sugli essere umani di un farmaco in grado di sconfiggere la malattia richiede ancora qualche approfondimento”. Le premesse perché funzioni, comunque, sembra ci siano tutte. http://www.nj.com/printer/printer.ssf?/base/news-11/117177694297300.xml&coll=1

Comment here