Ricerca

Le donne che fumano in gravidanza aumentano il rischio di un attacco di cuore nel nascituro

In occasione della conferenza annuale della American Heart Association, in merito alla prevenzione delle malattie cardiovascolari, ricercatori hanno mostrato uno studio secondo il quale le madri che sottopongono i loro figli a fumo passivo durante la gravidanza, rischiano di causare nei nascituri problemi cardiovascolari che potrebbero da grande sfociare in attacchi cardiaci. Fumando durante il periodo gestazionale, causerebbe un ritardo nello sviluppo intrauterino del feto, con un peso, all’atto della nascita, minore rispetto ai neonati le cui madri hanno condotto una gravidanza priva di sigarette o affini. Lo studio ha avuto oggetto 732 individui nati tra il 1970 e il 1973, tra il 1999 e il 2000 è stato loro fatto un check-up atto a verificare il rischio cardiovascolare. E’ emerso che in 215 casi, in cui le madri dei nascituri avevano fumato durante il periodo di gravidanza, è stato riscontrato un ispessimento delle pareti delle arterie carotiche del collo, un fattore che indica il grado di aterosclerosi.

Comment here