Attualità

Uomo contro computer al gioco del Poker. Vince ancora l’uomo

Polaris, il computer progettato per essere imbattibile a Poker, i suoi complessissimi algoritmi di intelligenza artificiale, non sono bastate per vincere l’uomo in una sfida di poker avvenuta a Vancouver, in Canada. La sfida vedeva impegnati Phil Laak e Ali Eslami, due giocatori professionisti ritenuti tra i più forti al mondo, nel confrontarsi con Polaris al Texas Hold’em poker conosciuto anche come poker sportivo. Delle quattro partite giocate durante il confronto, una è finita in pareggio, un’altra è stata vinta da Polaris e due hanno visto vincenti i giocatori umani. L’ultima sfida, quella decisiva, è durata un’intera notte. Polaris è stato progettato per bluffare quasi come può fare un essere umano, ma si è dimostrato non tanto furbo quanto l’uomo. Il test vede comunque soddisfatti i ricercatori, gli stessi si sono dichiarati più che soddisfatti per come Polaris ha affrontato la sfida e per come gli algoritmi sviluppati siano riusciti ad emulare, sebbene in parte, le associazioni mentali umane non strettamente riconducibili alla logica. Il Texas Hold’em poker è una variante di poker molto gettonata nei casinò americani. A differenza del poker classico, i giocatori ricevono due carte a testa che andranno combinate, alla fine della mano, con le cinque carte comuni a tutti scoperte via via dal mazziere durante il gioco.

Comment here