Ricerca

Contro il mal d’amore presto potrebbe bastare una pillola

La pillola dell’amore, così l’ha definita Larry Young, biologo della Emory University. Secondo un articolo apparso su Nature, da alcuni esperimenti di laboratorio è emerso che è possibile somministrare alcuni medicinali in grado di intervenire sul cervello per “gestire” in qualche modo i sentimenti. Il professore spiega che alcune sostanze sono già state ampiamente studiate, come per esempio l’ossitocina, ormone in grado di accrescere la fiducia in se stessi, aumentare la contentezza così come fanno alcune droghe. Secondo il ricercatore, non passerà ancora molto tempo prima che sul mercato compaiano prodotti in grado di accrescere o diminuire i sentimenti, e allora via ad amanti, mogli o aspiranti tali, pronte a cucinare al loro spasimante il piatto preferito condito con qualche strana pillolina.

Comment here