Smartphone

Google Nexus 6. iFixit lo smonta pezzo per pezzo

A mantenere unite le due scocche del telefono ci pensano 22 viti Torx; una volta dentro il cuore del dispositivo è facile individuare la bobina di ricarica induttiva, la batteria, le telecamere e la scheda madre. Questo è quanto emerge dalla disamina fatta dai tecnici di iFixit che hanno smontato il dispositivo pezzo per pezzo e assegnato un punteggio di riparabilità di 7 su 10; punti di criticità si sono riscontrati per il digitizer, fuso insieme all’LCD (cosa comune nella maggior parte degli smartphone e di diversi tablet) e per alcuni elementi più piccoli, tra cui il motorino per abilitare la vibrazione, la porta USB e l’altoparlante, direttamente saldati sulla scheda madre, cosa che rende la loro riparazione più difficile. Un punto di vantaggio per il basso impiego di colla, cosa che rende molto più semplice smontare le diverse componenti del dispositivo. Per quanto riguarda le capacità del Nexus 6 niente di nuovo rispetto a quanto già ampiamente pubblicato: 3GB di RAM LPDDR3, schermo da 5,96 pollici con risoluzione QHD, chip quad-core Snapdragon 805 a 2.7 GHz con GPU Adreno 420, 32/64 GB di storage.

Comment here