Developer

Lenti a contatto consentono di ingrandire la vista con un batter d’occhi

Una ricerca finanziata dal Darpa, l’agenzia di ricerca del Pentagono, potrebbe fornire ai militari una super vista in grado di vedere oggetti posti a diversi metri, così come accade con un binocolo, ma tutto funzionante in un paio di lenti a contatto.

Leggermente più grandi e più spesse rispetto alle normali lenti (8mm di diametro e 1,55 mm di spessore), al centro delle lenti sono riposti alcuni minuscoli specchi che formano una sorta di mini-telescopio riflettente, a forma di anello, in grado di far rimbalzare la luce offrendo un notevole zoom degli oggetti messi a fuoco, quasi fino a triplicare (2,8 volte per la precisione) quanto osservato.
Minuscoli canali consentono il passaggio dell’aria assicurando così la massima traspirazione e la giusta ossigenazione dell’occhio. Si pensa che possano essere commercializzate entro un paio di anni.

Un semplice batter dell’occhio destro è in grado di attivare gli specchi e avere così una visione a lungo raggio immediatamente disponibile, strizzando l’occhio sinistro di ritorna invece alla “normalità”. Accoppiate con occhiali speciali, le super lenti a contatto danno nuove speranze anche a milioni di persone affette da degenerazione maculare legata all’età, la più comune causa di cecità negli anziani.

Eric Tremblay, inventore delle super lenti, nonché ricercatore svizzero presso l’École Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL), spiega: “pensiamo che queste lenti possano essere un’importante promessa per chi è affetto da ipovisione o degenerazione maculare legata all’età. Siamo ancora in una fase di ricerca, ma siamo molto fiduciosi sul fatto che quanto stiamo studiando possa presto diventare un valido rimedio per chi è affetto da queste patologie”

Comment here