Smartphone

Entro il 2023 saranno venduti appena 30 milioni di smartphone pieghevoli

smartphone pieghevoli

Secondo quanto divulgato dall’analista Gartner, entro il 2023 gli smartphone pieghevoli rappresenteranno il 5% (circa 30 milioni di unità) degli smartphone di fascia alta. Diversi produttori di telefoni hanno mostrato per la prima volta i loro telefoni pieghevoli durante lo scorso MWC 2019 e altri eventi tenutisi nel mese di  febbraio, tuttavia i dispositivi hanno alti prezzi e non sono destinati a diventare prodotti di massa.
Roberta Cozza, research director di Gartner, ha dichiarato: “Ci aspettiamo che gli utenti usino uno smartphone pieghevole così come fanno con i loro smartphone classici… Nei prossimi cinque anni, ci aspettiamo che gli smartphone pieghevoli rimangano un prodotto di nicchia… il prezzo è una barriera l’acquisto nonostante ci aspettiamo una sensibile diminuzione che avverrà in modo graduale”.

Prima che gli smartphone pieghevoli diventino un nuovo status symbol, Gartner prevede che i produttori continueranno a sperimentare presentando nuovi dispositivi hitech con fattore di forma diverso al fine di trovare il layout ottimale adatto alle esigenze degli utenti.

Nello stesso report, Gartner sostiene che per il 2019 il mercato globale di tablet e smartphone vedrà una crescita complessiva (con vendite in grado di raggiungere 2,21 miliardi di unità nel 2019) con la tendenza al ribasso per il mercato dei PC, mentre il mercato della telefonia mobile dovrebbe tornare a crescere nel 2020 con un aumento delle spedizioni dell’1,2% maggiore rispetto al 2019. È ormai un dato di fatto, i consumatori stanno prolungando la durata dei loro smartphone; Gartner prevede che la durata media di uno smartphone di fascia alta aumenterà da 2,6 anni a 2,8 anni fino al 2023.
“Per l’ottavo anno consecutivo, il mercato dei PC è fermo”, ha dichiarato Ranjit Atwal, research director di Gartner. “Le spedizioni di PC ammonteranno a 258 milioni di unità nel 2019, una diminuzione dello 0,6% rispetto al 2018.” I PC tradizionali sono destinati a diminuire del 3% nel 2019 fino a raggiungere 189 milioni di unità. Fonte