MicrosoftWindowsWindows 10

Windows. Ora puoi rimuovere la chiavetta USB in sicurezza

rimuovere la chiavetta USB

In Microsoft Windows siamo da sempre stati abituati a rimuovere l’hardware in sicurezza, prima di espellere qualunque dispositivo USB, Microsoft ci ha sempre detto di recarci nella barra delle applicazioni ed espellere il media cliccando sull’apposita voce di rimozione. Ora l’azienda di Redmond ha ora chiarito che, sebbene la procedura è ancora richiesta nei sistemi operativi più vetusti, nelle versioni più recenti del SO, a partire da Windows 10 versione 1809 (disponibile dallo scorso dicembre 2018), non è più un’operazione necessaria.

La nuova modalità per rimuovere la chiavetta USB in sicurezza, battezzata Rimozione rapida, se da un lato risulta molto comoda per l’utente, dall’altro preclude le prestazioni del sistema di trasferimento dati, Microsoft, infatti, per mettere in atto tale sistema ha dovuto forza gioco rivedere la gestione della cache. La memoria USB non rimane più perennemente connessa e alimentata ma, in caso di non utilizzo, rimane in stand-by; ne consegue che, ad esempio, il classico trasferimento dei file richiederà più tempo. Sebbene la nuova funzionalità è abilitata di default, nelle Impostazioni di Windows è comunque possibile ritornare alla vecchia gestione, basta connettere il dispositivo USB, individuarlo in Gestione disco, fare clic con il tasto destro del mouse e visualizzare Proprietà, quindi scegliere la scheda Criteri e modificare opportunamente l’opzione.