Hi-Tech

Stampato primo cuore 3D usando i materiali biologici del paziente

Cuore 3D

Un cuore umano stampato in 3D e realizzato partendo da materiale biologico prelevato dal paziente. Questo è quanto sono riusciti a fare ricercatori dell’Università di Tel Aviv. “Questa è la prima volta che qualcuno da qualche parte ha progettato e stampato con successo un cuore composto con cellule, vasi sanguigni, ventricoli e camere”, ha dichiarato il Prof. Tal Dvir della Scuola di Biologia e Biotecnologie Cellulari Molecolari del TAU, e a capo dello studio.
“Questo cuore è formato da cellule umane e materiali biologici specifici per il paziente, nel nostro processo di stampa dell’organo questi materiali fungono da bioinchiostro, sostanze composte da zuccheri e proteine ??che possono essere utilizzate per la stampa 3D di modelli di tessuti complessi”, dice il professor Dvir. “Altri ricercatori in passato sono riusciti a stampare in 3D la struttura di un cuore, ma mai ricreando cellule e vasi sanguigni. I nostri risultati dimostrano il potenziale del nostro approccio per la progettazione, in futuro, di tessuti e organi creati ad hoc”
“In questa fase, il nostro cuore 3D è di piccole dimensioni, paragonabili al cuore di un coniglio, ma il processo per la stampa di un cuore umano è praticamente lo stesso”, spiega il Prof. Dvir. “La biocompatibilità dei materiali ingegnerizzati è fondamentale per eliminare il rischio di rigetto dell’impianto” afferma il professor Dvir. “Idealmente, il biomateriale dovrebbe possedere le stesse proprietà biochimiche, meccaniche e topografiche dei tessuti del paziente”.

I ricercatori che hanno portato a termine questo incredibile progetto di cuore 3D stanno ora lavorando affinché le cellule create siano in grado di contrarsi e lavorare in simbiosi. Dvir chiosa: “Forse, tra dieci anni, avremo stampatori di organi nei migliori ospedali di tutto il mondo, e queste procedure che stiamo sperimentando oggi saranno condotte con regolarità”.